La prima arma contro il Coronavirus sono le difese immunitarie. Ecco come migliorarle.

La prima arma contro il Coronavirus sono le difese immunitarie. Ecco come migliorarle.

Durante la stagione dell’influenza, molte delle persone con le quali veniamo a contatto ogni giorno rischia di ammalarsi e di conseguenza contagiarci. L’influenza stagionale è ormai una certezza, ma quest’anno ci troviamo di fronte a uno scenario reso più critico dall’arrivo del temuto – e nuovo – Coronavirus. Si tratta di un virus che arriva dalla Cina e sembra intaccare prevalentemente fasce d’età deboli o persone immunodepresse. Ciò è presto spiegato se si comprende il ruolo del sistema immunitario del corpo, una linea di difesa importante che può aiutare a contrastare l’arrivo di un agente patogeno, anche sconosciuto, come il Coronavirus. Un sistema immunitario forte non rende invicibili, ma contribuisce a diminuire il rischio di infezioni. Apportando pochi cambiamenti nel proprio regime alimentare e nella routine quotidiana, è possibile rafforzarlo, in modo tale che esso risulti in grado di proteggere l’organismo. Vediamo di seguito alcuni metodi semplici per assicurarsi un sistema immunitario forte.

Ridurre i livelli di stress e moderare l’alcol

Lo stress inibisce la corretta e pronta risposta immunitaria attraverso il rilascio di cortisolo, ormone che interferisce con i globuli bianchi e riduce gli anticorpi a livello di intestino e organi del tratto respiratorio, due apparati cruciali nel difendere il corpo dagli agenti patogeni. Al fine di tenere sotto controllo lo stress, si possono adottare svariati comportamenti, quali la pratica yoga e la respirazione profonda. Inoltre, numerose ricerche hanno evidenziato come l’assunzione eccessiva di bevande alcoliche possa alterare le funzionalità del sistema immunitario, soprattutto attraverso una riduzione delle funzioni epatiche. Per questo è consigliabile limitarne un consumo eccessivo.

Mangiare cibi sani e freschi per i nutrienti

Se tutti sanno che la vitamina C è cruciale per tenere lontane le influenza virali, forse non è abbastanza noto che anche le vitamine A, B6, C, D ed E aumentano la resistenza del sistema immunitario. A tal proposito, verdura, frutta (in particolare gli agrumi) e semi oleosi sono ricchi di queste vitamine, nonché di altre sostanze nutritive essenziali per il sistema immunitario. Inoltre, per un fegato sano che assicura una corretta disintossicazione, cavoli e broccoli dovrebbero essere inclusi nella dieta quotidiana. Se non è possibile arrivare al fabbisogno giornaliero di nutrienti e vitamine, si possono assumere integratori multivitaminici, possibilmente contenenti Echinacea, Sambuco, Andrographis e Astragalo.

Più riposo, meno fumo per aumentare le difese

Una carenza di sonno può determinare una riduzione delle cellule T presenti nell’organismo, un tipo di globuli bianchi che protegge il corpo dalle infezioni. Ciò può portare a un indebolimento del sistema immunitario e a una maggiore propensione a essere contagiati dal virus. Ecco dunque che dormire per almeno sette ore, preferibilmente otto, è l’ideale. Qualora si soffra d’insonnia o si viaggi attraversando diversi fusi orari, è indicato consumare 3 mg di melatonina, che consentono di regolare il ritmo circadiano. Un altro nemico del sistema immunitario è il fumo, che è correlato anche a un aumento del rischio di cancro. Gli studi evidenziano come il fumo abbia un impatto negativo sull’immunità, oltre ad aumentare le possibilità di sviluppare risposte immunitarie dannose. Per coloro che non trovano semplice rinunciare alle sigarette, in commercio sono disponibili alternative, quali l’uso di cerotti alla nicotina o sigarette elettroniche, che risultano leggermente meno dannose. Ad ogni modo, a lungo termine è consigliabile smettere del tutto se l’obiettivo è quello di rafforzare il sistema immunitario.

Passeggiare o allenarsi al sole per un pieno di vitamina D

La luce naturale costituisce uno dei principali fattori che contribuiscono alla produzione di vitamina D, elemento essenziale per il corretto funzionamento del sistema immunitario, poiché aiuta l’organismo nella produzione dei propri anticorpi. Un basso livello di vitamina D risulta da sempre associato alla comparsa di problemi respiratori di varia entità. Ecco perché una camminata alla luce del sole per almeno quindici minuti al giorno assicurerà che venga prodotta una quantità sufficiente di vitamina D nel corpo. Inoltre, è stato dimostrato scientificamente che allenarsi su base regolare, preferibilmente all’aperto, aiuta rafforzare il sistema immunitario. L’esercizio fisico costante e moderato promuove lo sviluppo delle cellule T, tuttavia bisogna fare attenzione a non eccedere, poiché svolgere troppo esercizio fisico senza osservare i tempi di riposo otterrebbe invece l’effetto opposto.

In definitiva, affrontando delle piccole modifiche alla propria routine quotidiana, il risultato sarà un sistema immunitario sano e perfettamente in grado di far fronte all’emergenza del Coronavirus. Inoltre, i comportamenti che abbiamo preso in esame riducono le tossine, aumentano il livello di antiossidanti e prevengono anche l’insorgere di patologie come il cancro. Senza contare, che adottare questi comportamenti virtuosi rappresenta un metodo efficace non solo per tenere lontani i virus, bensì per rallentare il processo d’invecchiamento.