Tommaso Barone c’è! …in pillole

Tommaso Barone c’è! …in pillole

Art. 36 del Testo Unico: Informazione

Scopri quanto stabilito dall’articolo 36 del Testo Unico sulla sicurezza in merito all’Informazione dei Lavoratori.

L’articolo 36 del D. Lgs 81/08 s.m.i. stabilisce che l’informazione è un diritto dei lavoratori. Essa consente di ridurre gli infortuni e le malattie professionali addebitabili all’errore umano e facilita la gestione della sicurezza. In più, condividere l’informazione significa coinvolgere tutti i soggetti dell’unità lavorativa in un’ottica di politica partecipativa.

Secondo la definizione del Testo Unico, l’informazione è l’insieme delle attività dirette a fornire conoscenze. Tali consapevolezze sono utili per l’identificazione, la riduzione e la gestione dei rischi in ambiente di lavoro. Nello specifico, si tratta di trasmettere notizie relative ai rischi, alle misure di prevenzione e protezione, agli obblighi normativi e alle disposizioni di sicurezza dell’unità lavorativa.

Come si trasmette l’informazione

L’ausilio maggiore alla comunicazione è ovviamente la trasmissione del messaggio attraverso segni di natura diversa. Si parla dunque di segnaletica di sicurezza: cartelli, suoni, colori, gesti, albo cartaceo, informativa telematica. In generale, l’informazione deve essere pertinente all’obiettivo e al rischio/problema, mirata al destinatario, semplice e chiara, ma soprattutto applicabile.

L’articolo 36 stabilisce inoltre i punti su cui deve vertere l’informazione:

  • Rischi per la sicurezza e la salute connessi con l’attività;
  • Misure e attività di protezione e prevenzione;
  • Rischi specifici, norme e disposizioni aziendali;
  • Responsabile SPP e medico competente;
  • Sostanze pericolose;
  • Antincendio, evacuazione, pronto soccorso;
  • Lavoratori incaricati delle procedure di emergenza.

Chi trasmette l’informazione

L’informazione, però, non è univoca. Il Datore di Lavoro informa sui rischi gravi e immediati, ma i lavoratori comunicano le deficienze e i pericoli di cui sono diretti testimoni attraverso il loro rappresentante, ovvero il RLS.

Quindi il rapporto tra RLS, DL e RSPP risulta cruciale nella gestione della sicurezza, tanto che vige l’obbligo della calendarizzazione di una Riunione Periodica. In quest’occasione, le informazioni si trasmettono in modo organizzato e finalizzato.

Tommaso Barone è Esperto in Sicurezza della Scuola dal 1998. Mette a disposizione dei Dirigenti Scolastici tutta la documentazione utile per la diffusione dell’informazione e la consulenza in merito all’adempimento degli obblighi di cui all’articolo 36 del Testo Unico. In particolare, consente di collegare il sito web della propria scuola con la Gallery, in modo da renderlo dinamico e sempre aggiornato in materia di sicurezza. Visita la gallery di Tommaso Barone su www.tommasobarone.it.