Tommaso Barone c’è! …in pillole

Tommaso Barone c’è! …in pillole

Responsabilità del Preposto / Fiduciario di plesso

Scopri in cosa consistono le responsabilità del Preposto/Fiduciario di plesso, quali sono i suoi compiti e l’importanza del ruolo nella sicurezza scolastica.

Come si evince dal D. Lgs. 81/08, il Preposto/Fiduciario di plesso ricopre un ruolo di vitale importanza relativamente alla sicurezza del proprio Istituto. Tale figura, infatti, rappresenta il Dirigente Scolastico nel plesso in cui presta la propria attività e, proprio per questo motivo, il suo è l’unico mandato “fiduciario”. Tra tutti i membri del personale docente, il DS deve appunto scegliere coloro su cui sa di poter riporre la propria fiducia, poiché ad essi saranno delegate le sue stesse funzioni.

I compiti e le responsabilità del Preposto

Non esiste normativa specifica che determina esattamente le mansioni del Fiduciario di plesso. Trattandosi di un rapporto di fiducia con il DS, i suoi compiti vengono scelti di comune accordo. Ciò nonostante, l’art. 33 del Testo Unico individua i compiti principali del Preposto, che gli permetteranno di garantire il corretto funzionamento del plesso assegnatogli:

  • Deve prendere parte attivamente al Servizio di Prevenzione e Protezione (SPP);
  • Può partecipare alle Riunioni Periodiche organizzate dal RSPP e dal DS, per aggiornarli sullo stato di fatto del proprio plesso e suggerire eventuali interventi di miglioramento;
  • Deve conservare i documenti di sicurezza riguardanti il plesso (DVR e PGE, Registro dei Controlli Antincendio, ecc.);
  • Deve accertarsi che tutto il personale scolastico del proprio plesso sia informato sulle misure di sicurezza in vigore;
  • Ha il compito di verbalizzare le prove di evacuazione annuali relative al proprio plesso;
  • Deve programmare incontri formativi e informativi sulla sicurezza anche per gli alunni.

Oltre a queste mansioni legate alla sicurezza del plesso, egli svolge altre attività organizzative e gestionali. Ad esempio si occupa della messa a punto dell’orario scolastico, diffonde le circolari, organizza la sostituzione dei docenti e calendarizza le attività extracurricolari.

La sua figura prevede una formazione specifica con validità quinquennale, secondo l’art. 36 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. e in virtù dell’Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011.

Il preposto come Referente Covid-19

A seguito del Rapporto ISS del 28/08/20, è stata introdotta una nuova figura nell’ambito della sicurezza a scuola, legata in particolare all’emergenza Coronavirus. Il Referente scolastico per COVID-19, in effetti, ricopre una posizione di grande responsabilità, che spesso viene associata a quella del Preposto. Tale incarico, infatti, assume un ruolo di interfaccia con il Dipartimento di Prevenzione e possiede le stesse libertà gestionali e organizzative di un Fiduciario di plesso.

Tommaso Barone, esperto in Sicurezza della Scuola dal 1998 offre ai Preposti tutta la documentazione da diffondere al personale scolastico del proprio plesso, nonché un servizio di consulenza per qualsiasi situazione di necessità. Per saperne di più, visita www.tommasobarone.it.